ARCHIVIO CAMERA NEWS

ARRI presenta gli accessori per Canon EOS C700

Il controllo manuale definitivo con i nuovi Master Grips di ARRI

ARRI annuncia il completamento di ALEXA SXT

ALEXA e Skypanel per La Pazza Gioia

ARRI annuncia le nuove caratteristiche di ALEXA SXT

Nuovi High-Speed Ballast EB 2.5/4 HS AutoScan

ARRI presenta il convertitore di segnale LCUBE e il controllo remoto Cforce Plus

I Pro Camera Accessories di ARRI per Sony, Panasonic e RED

ARRI commercializza Artemis e il sistema Trinity

AMIRA SUP 4.0 implementa e migliora la funzione Multicam

Il nuovo Look Management di ARRI ottiene il sostegno del settore

ARRI/ZEISS svelano due nuove ottiche Master Anamorphic

ARRI rilascia l’aggiornamento SUP 4.0 per ALEXA Mini

Lo Chiamavano Jeeg Robot, Intervista al DOP Michele D'Attanasio

Fuocoammare, oro al documentario italiano

ARRI festeggia un altro successo alla Berlinale

La Corrispondenza di Tornatore, intervista al DOP Zamarion

ARRI rilascia SUP 1.41 per Universal Motor Controller UMC-4

Nuovi strumenti e funzioni per il controllo delle camere e delle ottiche

ARRI NEWS - IBC Issue 2015

ARRI Transvideo Starlite HD5

NUOVI SET FLARE PER I

MASTER ANAMORPHIC

ARRI presenta le nuove ALEXA SXT

Alexa Mini

Amira SUP 2.0 3.0

Unbroken

Amira SUP 1.1

Il Natale Coca-Cola con i Master Anamorphic

ARRI NEWS - IBC Issue 2014

Nuovo ProRes 3.2K per L’ALEXA per file in UHD

ARRI annuncia il ProRes UHD per l’AMIRA

Scopri il Camera Simulator di AMIRA

Arriva l'aggiornamento SUP per AMIRA

"My First International" Vittoria per AMIRA

Le ALEXA XR/XT ora supportano il nuovo ProRes 4444 XQ

ALEXA software updates

Studio Matte Box SMB-1

AMIRA - Nuovo Spot BMW M-5

MA 135/T1.9 Completa la Famiglia dei Master Anamorphic di ARRI e ZEISS

AMIRA - Arri inizia ad accettare gli ordini per le AMIRA

AMIRA - La nuova telecamera in stile documentaristico

UWZ - ARRI SUPER WIDE ANGLE UWZ 9.5/18 MM ZOOM

CFAST 2.0 PER ALEXA XT/XR

FUOCOAMMARE, ORO AL DOCUMENTARIO ITALIANO

(25/02/2016, Sesto San Giovanni) - Gianfranco Rosi non si aspettava un consenso tanto unanime per la sua ultima fatica, così unanime da consegnarli l’Orso d’Oro alla Berlinale 2016. Con Fuocoammare il regista incassa un grande successo per il documentario italiano e vede ripagati mesi di lavoro a Lampedusa, fronte caldo dell’emergenza profughi in Europa. Un’impresa ardua sia dal punto di vista umano che tecnico, una sfida per un documentarista abituato a lavorare senza il supporto di troupe e assistenti.

 

Gianfranco Rosi, infatti, non ha mai fatto segreto della sua abitudine di girare i propri documentari in solitaria, contando solo sulla propria – scarna – strumentazione e sul supporto della gente del luogo, con cui cerca di costruire un rapporto di fiducia che li porti a dimenticare completamente la macchina da presa.

 

Autonomia e configurazione leggera, la stessa combinazione alla base della realizzazione di Fuocoammare, che il regista ha girato utilizzando AMIRA e ottiche 18 e 25 (mm). Ecco cosa Rosi ha raccontato ad ARRI Italia parlando della macchina da presa dietro al suo ultimo lavoro:

 

“La macchina è stata fondamentale nelle riprese notturne. I neri sono davvero neri, la luce spicca con una profondità incredibile, quindi le scene più belle sono proprio quelle girate la sera, di notte. Questa è una sorpresa per tutti, mi chiedono "Ma con che macchina hai girato?"

 

E ancora:

“Essendo da solo, senza illuminazione, avere una cinepresa così ti permette di vedere quasi più del tuo stesso occhio, infatti riuscivo a girare quando il mio occhio già non vedeva più nulla. Intanto, invece, la camera masticava ancora immagini… ed erano bellissime.”

 

Il documentarista ha anche rivelato la sua spiccata preferenza per l’utilizzo del viewfinder, che preferisce al monitor laterale in quanto “ti senti come uno scienziato col microscopio, che inizia a scoprire il mondo […] e da lì nasce tutto”. Innegabile, per un professionista col suo modus operandi, anche la comodità, data da AMIRA, di poter registrare l’audio in presa diretta con una qualità elevata, caratteristica che ha semplificato il suo lavoro in prima linea.

Per l’articolo integrale, clicca qui.

 

 

Fuocoammare

Una produzione 21Uno Film, Stemal Entertainment, Istituto Luce Cinecittà, Rai Cinema

In coproduzione con Les Films d’Ici e Arte France Cinema

Soggetto di Gianfranco Rosi, da un’idea di Carla Cattani

Regia, fotografia e suono Gianfranco Rosi

Distribuzione Istituto Luce – Cinecittà, 01 Distribution

D-Vision Italia Srl

ARRI Italia ha intervistato Gianfranco Rosi, vincitore della Berlinale 2016 con Fuocoammare, documentario girato a Lampedusa con AMIRA.

ARRI Italia S.r.l. a Socio Unico | Via Achille Grandi, 50 – 20017 Rho (MI) - tel. +39 02 26227175 - info@arri.it

Cap. Soc. 800.000 int. Vers. - Registro Imprese di Milano 07108170585 R.E.A. Milano1243154 - C.F. 07108170585 - P.I. 02320390962

design by: Viral Idea Project