ARCHIVIO CAMERA NEWS

ARRI presenta gli accessori per Canon EOS C700

Il controllo manuale definitivo con i nuovi Master Grips di ARRI

ARRI annuncia il completamento di ALEXA SXT

ALEXA e Skypanel per La Pazza Gioia

ARRI annuncia le nuove caratteristiche di ALEXA SXT

Nuovi High-Speed Ballast EB 2.5/4 HS AutoScan

ARRI presenta il convertitore di segnale LCUBE e il controllo remoto Cforce Plus

I Pro Camera Accessories di ARRI per Sony, Panasonic e RED

ARRI commercializza Artemis e il sistema Trinity

AMIRA SUP 4.0 implementa e migliora la funzione Multicam

Il nuovo Look Management di ARRI ottiene il sostegno del settore

ARRI/ZEISS svelano due nuove ottiche Master Anamorphic

ARRI rilascia l’aggiornamento SUP 4.0 per ALEXA Mini

Lo Chiamavano Jeeg Robot, Intervista al DOP Michele D'Attanasio

Fuocoammare, oro al documentario italiano

ARRI festeggia un altro successo alla Berlinale

La Corrispondenza di Tornatore, intervista al DOP Zamarion

ARRI rilascia SUP 1.41 per Universal Motor Controller UMC-4

Nuovi strumenti e funzioni per il controllo delle camere e delle ottiche

ARRI NEWS - IBC Issue 2015

ARRI Transvideo Starlite HD5

NUOVI SET FLARE PER I

MASTER ANAMORPHIC

ARRI presenta le nuove ALEXA SXT

Alexa Mini

Amira SUP 2.0 3.0

Unbroken

Amira SUP 1.1

Il Natale Coca-Cola con i Master Anamorphic

ARRI NEWS - IBC Issue 2014

Nuovo ProRes 3.2K per L’ALEXA per file in UHD

ARRI annuncia il ProRes UHD per l’AMIRA

Scopri il Camera Simulator di AMIRA

Arriva l'aggiornamento SUP per AMIRA

"My First International" Vittoria per AMIRA

Le ALEXA XR/XT ora supportano il nuovo ProRes 4444 XQ

ALEXA software updates

Studio Matte Box SMB-1

AMIRA - Nuovo Spot BMW M-5

MA 135/T1.9 Completa la Famiglia dei Master Anamorphic di ARRI e ZEISS

AMIRA - Arri inizia ad accettare gli ordini per le AMIRA

AMIRA - La nuova telecamera in stile documentaristico

UWZ - ARRI SUPER WIDE ANGLE UWZ 9.5/18 MM ZOOM

CFAST 2.0 PER ALEXA XT/XR

“Lasciatemi solo dire che la AMIRA di ARRI non può essere paragonata a nessun’altra camera; la versatilità e le immagini dell’AMIRA sono quasi senza pari. ARRI ci ha dato l’opportunità di testare la AMIRA ampiamente alla fine di febbraio. Volevo fare delle riprese con delle automobili perché è proprio in queste situazioni che le camere spesso mostrano i loro limiti a causa dei contrasti elevati e del rolling shutter. La BMW ci ha gentilmente fornito una BMW M5. Dopo un po’ di brainstorming, era chiaro che il nostro obiettivo era ritrarre l’auto nel modo più dinamico possibile, utilizzando la ARRI AMIRA a 200 fotogrammi al secondo.

ARRI AMIRA – Spot BMW M-5

Amira passa il test del nuovo spot BMW

Alla fine di febbraio di quest’anno, ARRI ha dato la possibilità di testare ARRI AMIRA per tre giorni a Fero Andersen, Tobias Koertge e Philipp Schumacher, componenti del team di produzione della società tedesca Eyes on Media. (video a fine articolo)

Ecco come Tobias Koertge ha commentato l’esperienza con la nuova camera AMIRA.

Momenti delle riprese dello spot BMW M5, con ARRI Amira

Per celebrare i 30 anni della BMW M5, siamo giunti ad un’idea che avrebbe reso giustizia all’auto e al suo passato. Per verificare ulteriormente la resistenza della camera, abbiamo deciso per una produzione commerciale tradizionale. Inoltre, dato che anche io volevo la massima flessibilità possibile e per effettuare le riprese senza lunghi tempi di conversione, la Kameraverleih Licht&Ton KLT GmbH ci ha fornito lo zoom Fujinon Cabrio 19-90 mm, tutta l’illuminazione, tra cui l’ARRI M18 e l’attrezzatura per la camera.

Poco dopo le riprese, ARRI mi ha chiesto quale camera avrei usato per lo spot se non avessi avuto a disposizione l’AMIRA. Non riuscivo davvero a rispondere a questa domanda perché avevo appena finito di girare con la AMIRA e a mio parere non c’è altra camera paragonabile.

Dettaglio della nuova ARRI Amira durante le riprese della nuova BMW M5

La AMIRA di ARRI ha lo stesso sensore della ALEXA. La ALEXA ha così tanto successo per i colori e la precisione nella dinamicità quasi senza pari. Questo sensore è disponibile anche per l’AMIRA che presenta in più un design ergonomico per qualsiasi operatore, indipendentemente dal fatto che si tratti di pubblicità, film o documentari. Ad esempio, abbiamo effettuato le riprese con la camera attaccata al di fuori della vettura mostrando il nostro presentatore Fero Andersen. Durante il giorno, c’è stato un sole meraviglioso e quindi elevati contrasti. Sono riuscito a filmare nell’auto senza ulteriori fonti di luce.

La AMIRA di ARRI ha una gamma dinamica di 14 stop. E’ estremamente veloce, ciò permette di effettuare riprese senza rumore anche in condizioni luminose scarse. I filtri interni ND, disponibili fino al 2.1, sono assolutamente indistinguibili. Tutti sanno che il look cambia leggermente quando si utilizza un filtro ND in vetro, tuttavia questo non è affatto il caso dell’AMIRA.

La AMIRA registra sulle nuove schede CFAST 2.0. Ciò permette la registrazione 4444, internamente! Si può quindi utilizzare: il 2k, il ProRes 4444 e il Log C. 48 minuti di materiale su una scheda da 120 GB in risoluzione Full HD; tuttavia, solo sette minuti sulla scheda a 200fps.

Dettaglio di Arri Amira durante lo spot BMW M5

Ciò che davvero spicca è la maneggevolezza dell’AMIRA. Tutte le funzioni, necessarie per una giornata di riprese, possono essere assegnate direttamente ai pulsanti sulla camera. Ho impostato funzioni come il frame rate, il bilanciamento del bianco e i valori ISO e per il resto della giornata non ho avuto bisogno di accedere al menù. Potrei decidere di girare a 200 fps, ad esempio. Il menu è, come gli altri menu ARRI, facile da utilizzare. Ulteriori funzioni possono essere aggiunte direttamente ai tasti del viewfinder come il false color, l’esposizione o il peaking.

Il viewfinder della AMIRA ha anche un display OLED ad alta risoluzione con un monitor pieghevole dotato di tecnologia OLED. Ho impostato i colori nel viewfinder e ho attivato la funzione false color sul monitor per controllare l’esposizione. Ho registrato in Log C e ho impostato il look attraverso le LUT 3D sul viewfinder. ARRI offre una vasta gamma di LUT 3D personalizzabili.

Il monitor può essere utilizzato per accedere al menu della AMIRA. Durante la registrazione a mano, il mio assistente camera Maximilan Schmelzer, poteva ancora apportare modifiche nel menu o controllare i dettagli dell’immagine. Il menu e tutte le funzioni aggiuntive sono facilmente accessibili senza dove posare la camera.

Dietro le quinte del set del nuovo spot BMW M5

Abbiamo attrezzato la AMIRA con una broadcast plate di ARRI, che ha permesso di passare dall’utilizzo su cavalletto all’utilizzo a spalla in pochi secondi. La AMIRA è costruita molto solidamente, il che la rende un po’ più pesante. In cambio, però non dovete preoccuparvi di come maneggiare la camera o che qualcosa si rompa. La maniglia superiore della camera è mobile, come anche altre parti. Il principale vantaggio che ne deriva è che questa può essere posizionata in modo da trovarsi sopra il baricentro della camera. Ciò porta ad un maggiore equilibrio che permette riprese a spalla comode.

Le esterne dello spot BMW M5 con Amira

Gli ingressi audio sono integrati con la camera, i cavi non intralciano il lavoro. Le funzioni audio sono accessibili come in una camera EB. Oltre ai due ingressi 3-pin XLR, c’è anche un ingresso 5-pin XLR e l’opzione per un microfono Bluetooth.

Personalmente, sono completamente spiazzato dalla AMIRA di ARRI. Questa camera incorpora diversi modelli in uno solo e offre versatilità e semplicità. La AMIRA può essere utilizzata per qualsiasi tipo di produzione. ARRI ha dimostrato ancora una volta non solo di conoscere bene i suoi clienti, ma di sapere anche a cosa andiamo incontro ogni giorno sul set. Sono certo che non sarò l’unico ad essere decisamente entusiasmato dalla AMIRA di ARRI.”

ARRI Italia S.r.l. a Socio Unico | Via Achille Grandi, 50 – 20017 Rho (MI) - tel. +39 02 26227175 - info@arri.it

Cap. Soc. 800.000 int. Vers. - Registro Imprese di Milano 07108170585 R.E.A. Milano1243154 - C.F. 07108170585 - P.I. 02320390962

Torna su

design by: Viral Idea Project